Fai SEO su WooCommerce e conquista le prime posizioni

8 Aprile 2021 14 minuti
seo su WooCommeerce

Se vuoi migliorare le performance del tuo sito in WooCommerce sfruttando la SEO per conquistare le prime posizioni dei motori di ricerca e non sai da dove iniziare, questo articolo ti aiuterà a rispondere a molti dei dubbi che ti assillano.

La SEO per un e-commerce è molto importante perché ti dà la possibilità di raggiungere le prime pagine dei motori di ricerca con le tue schede prodotto o con gli articoli dei blog che promuovono i tuoi articoli. Se il tuo sito WooCommerce non è ottimizzato per la SEO, allora stai rinunciando ad un buon numero di vendite e di clienti.

Questo post nasce proprio con l’obiettivo di aiutarti a sviluppare un sito in WooCommerce ottimizzato per la SEO e, se riuscirai a mettere in pratica i consigli trovati qui, potrai acquisire nuovi clienti, vendere di più e ridurre il numero di carrelli abbandonati.

Con il giusto approccio e l’utilizzo di strategie efficaci, infatti, potrai scalare la SERP, la pagina dei risultati del motore di ricerca, e avere un vantaggio competitivo importante rispetto la concorrenza.

La maggior parte degli imprenditori che gestiscono un e-commerce sottovalutano l’influenza della SEO, e preferiscono concentrarsi su attività di paid advertising come Facebook Ads, Google Adwords e così via, ma commettono un grosso errore.

Vediamo allora in che modo la SEO può aiutare il tuo store in WooCommerce a crescere e perché dovresti preoccuparti dell’ottimizzazione dei tuoi contenuti per i motori di ricerca.

Perché fare SEO su un e-commerce?

Avere un e-commerce e non preoccuparsi dell’ottimizzazione dei contenuti in ottica SEO significa rinunciare ad un enorme opportunità. La maggior parte degli e-commerce infatti riceve traffico e soprattutto acquisti dal canale organico.

Ti basta fare un semplice login nel tuo account di Google Analytics per scoprire la percentuale che questa fonte di traffico ricopre sul totale delle tue vendite e dei tuoi utenti. E il motivo è molto semplice: gli utenti acquistano in media dopo le 7 e le 14 volte che entrano in contatto con un’azienda.

Quindi, anche se hai delle campagne di paid advertising che sponsorizzano i tuoi prodotti su Facebook, Instagram o Google, è molto probabile che le persone dopo qualche giorno tornino sui motori di ricerca per cercare ancora informazioni sul tuo prodotto o nel migliore dei casi, il link per acquistarlo direttamente.

seo su WooCommeerce

Integrare una strategia SEO per il tuo e-commerce ha due effetti positivi:

  • Aumenta l’efficacia delle tue attività di marketing;
  • Migliora il posizionamento organico dei tuoi contenuti nei motori di ricerca.

In questo modo riuscirai a risparmiare tempo e denaro e a ridurre i tuoi costi per conversione: potrai quindi acquisire nuovi clienti e vendere di più spendendo meno.

Fare SEO per un e-commerce significa migliorare il posizionamento delle pagine e delle schede prodotto nei motori di ricerca, portare più traffico al proprio sito, superare i concorrenti e aumentare la visibilità del proprio brand e dei propri prodotti.

Quindi è importante riconoscere il valore di questa attività e non trascurarla se vuoi ottenere anche tu il massimo dal tuo e-commerce e dalle altre attività di marketing che stai già svolgendo.

Molti imprenditori sono scettici sulle potenzialità della SEO perché spesso la associano ad una strategia utile esclusivamente per attività di business locali, ma non è così.

La differenza tra SEO per attività locali e per e-commerce

La principale differenza tra la SEO per attività locali (o Local SEO) e quella per gli e-commerce riguarda principalmente una componente geografica. 

Se un utente cerca il nome di un prodotto, di un ristorante o di un locale seguito dal nome della città, Google sa che la ricerca ha un intento locale. E tutto ciò che i motori di ricerca vogliono è dare all’utente esattamente ciò che sta cercando.

L’obiettivo di queste attività, quindi, è quello di sfruttare la SEO per farsi trovare da tutti quegli utenti che dimostrano una chiara intenzione di acquisto e stanno cercando un negozio, un locale o un ristorante vicino a loro.

seo su WooCommeerce

La SEO per e-commerce invece ha un ruolo un po’ diverso. In questo caso l’obiettivo dell’ottimizzazione SEO non è quello di posizionarsi ai primi posti in una determinata città o località, ma è quello di scalare le posizioni dei risultati di ricerca per tutte le parole chiave collegate ai prodotti e categorie del nostro sito, in questo caso realizzato con WooCommerce.

In questo modo si intercettano tutti gli utenti che stanno cercando informazioni su un prodotto piuttosto che un locale in una determinata città.

È qui che entra in gioco la SEO.

L’ottimizzazione dei risultati per i motori di ricerca è il processo per cercare di assicurarti che Google, Bing e gli altri sappiano per quali intenti di ricerca, o parole chiave la tua attività, il tuo e-commerce ed il tuo sito web sono pertinenti.

Per classificarsi più in alto nei risultati di ricerca, il tuo e-commerce deve contenere parole chiave e contenuti pertinenti a ricerche specifiche. E per mostrare ai motori di ricerca che la tua attività è la risposta giusta per una particolare query, devi posizionare al meglio i tuoi contenuti come le schede prodotto e gli articoli del blog.

Come posso posizionare il mio sito su WooCommerce?

Una delle prime domande che si fanno imprenditori, manager e professionisti che gestiscono un sito su WooCommerce è come riuscire a posizionarlo correttamente sui motori di ricerca.

Prima di rispondere a questa domanda, chiariamo velocemente come funziona WooCommerce.

Cos’è WooCommerce?

WooCommerce è un plugin open-source per WordPress che dà la possibilità di vendere prodotti o servizi costruendo uno store online.

Grazie alla sua natura open-source, puoi personalizzare ogni aspetto del tuo e-commerce sfruttando tutte le estensioni e i plugin disponibili nell’ampio catalogo WordPress.

Allora WooCommerce è veramente SEO Friendly?

La risposta a questa domanda è, ovviamente, sì. Come abbiamo visto in precedenza, WooCommerce è un semplice plugin WordPress, per questo tutti i principi di ottimizzazione SEO validi per un sito in WordPress possono essere sfruttati ed implementati anche sul tuo store WooCommerce.

Quando commissioni ad un’agenzia e-commerce la costruzione di uno store con WooCommerce, puoi decidere temi, prodotti, descrizioni, immagini, articoli di blog e tutti i contenuti aggiuntivi che desideri.

Fare SEO su un sito in WooCommerce, quindi, non è un procedimento one shot, che fai una volta e basta, ma è un processo in continua evoluzione che ti aiuterà ad ottenere più traffico e più vendite grazie ai motori di ricerca.

Adesso potresti chiederti, di cosa hai bisogno per iniziare a lavorare efficacemente sulla strategia di ottimizzazione SEO del tuo sito in WooCommerce?

Bene, in questa guida troverai alcuni consigli chiave che puoi mettere in pratica velocemente, perciò iniziamo subito.

Innanzitutto, uno dei primi strumenti di cui hai bisogno è un plugin che ti aiuti a gestire, monitorare e ottimizzare tutti gli aspetti tecnici e non solo che vengono analizzati dai motori di ricerca per stabilire il posizionamento delle varie pagine.

In questo caso, il plugin che consigliamo è Yoast SEO, disponibile sia in versione Free che Premium.

La versione Free è più che sufficiente, ma va configurata per bene se vuoi ottenere davvero i risultati che desideri.

Come configurare Yoast SEO

Se vuoi iniziare a lavorare sull’ottimizzazione del tuo e-commerce in WooCommerce, devi assolutamente installare Yoast SEO e configurarlo nel migliore dei modi.

seo su WooCommeerce

Il plugin Yoast SEO ti aiuterà infatti a generare la sitemap del tuo sito e a compilare nel miglior modo possibile tutti i campi – ad esempio meta tag – dei tuoi prodotti.

Una volta installato, troverai nel menù sulla sinistra l’icona di Yoast SEO che ti darà accesso a tutte le impostazioni modificabili grazie a questo plugin.

Yoast SEO infatti è uno dei plugin SEO per WordPress con il maggior numero di funzionalità. Ecco ad esempio alcune delle funzionalità che hai a disposizione:

  • cambiare il titolo e la meta description per ogni post, articolo o prodotto pubblicato;
  • creare e gestire la Sitemap XML del sito;
  • creare meta description per ogni tassonomia;
  • vedere in anteprima le nostre pagine nella SERP;
  • impostare facilmente contenuti noindex e nofollow;
  • configurare i permalink;
  • ottimizzare i breadcrumbs;
  • e tanto altro.

Ovviamente, molte delle voci presenti in Yoast richiedono la consulenza di un esperto SEO, perciò prima di fare modifiche e di aggiornare le impostazioni rivolgiti ad un professionista.

Inoltre è importante sottolineare che non esiste una configurazione definitiva da copiare e incollare su ogni sito e-commerce, ma c’è bisogno di un’analisi e di una strategia personalizzata a seconda di ogni caso specifico e delle esigenze di ogni e-commerce.

Come trovare le parole chiave per il tuo e-commerce

Una volta terminata la fase di configurazione e settaggio delle impostazioni tecniche, è arrivato il momento di concentrarsi sulla ricerca delle parole chiave più utilizzate dai potenziali clienti per creare contenuti pertinenti sul tuo store.

La ricerca delle parole chiave può essere eseguita con diversi strumenti, ma prima di iniziare c’è bisogno di fare una premessa. Non bisogna commettere l’errore di scambiare parole chiave generiche con parole chiave funzionali agli obiettivi di un e-commerce, che sono vendite e acquisizione di nuovi clienti.

Quando parliamo di trovare le parole chiave giuste per un e-commerce, facciamo riferimento a tutte le query di ricerca che esprimono un chiaro intento commerciale.

Insomma, qual è la differenza tra le parole chiave per un e-commerce e quelle per un blog?

I blog, i forum e tutti i siti web che condividono notizie e aggiornamenti, lavorano molto intercettando le keyword informative, quindi tutte le query di ricerca in cui gli utenti sono alla ricerca di informazioni.

Gli e-commerce invece devono privilegiare le parole chiave che dimostrano un chiaro intento all’acquisto.

Per trovare le parole chiave esistono diversi strumenti, anche gratuiti, ma è importante organizzare una strategia efficace per dar seguito a questa prima fase di analisi.

Inoltre, tra le tante parole chiave emerse da queste analisi, è importante sottolineare le long tail keyword​, parole chiave solitamente composte da quattro a otto termini.

seo su WooCommeerce

Queste parole chiave a coda lunga sono straordinarie, perché spesso presentano minore concorrenza ma soprattutto indicano utenti molto più vicini alla fase di acquisto, perché stanno cercando un prodotto, un bisogno o una soluzione con estrema precisione.

Una volta trovate le parole chiave pertinenti al nostro store, bisogna iniziare a scremare il file per concentrarsi soltanto su quelle più proficue. Per farlo di solito si analizzano le parole chiave con quattro fattori:

  • il volume di ricerca;
  • la concorrenza presente su ogni parola chiave;
  • la rilevanza delle pagine del nostro store rispetto una determinata parola chiave;
  • l’intento di acquisto più efficace.

Adesso che abbiamo le nostre parole chiave, è arrivato il momento di ottimizzare le nostre pagine prodotto in ottica SEO.

Perché la SEO è importante per la pagina prodotto di un e-commerce

Avere una scheda prodotto ottimizzata in ottica SEO è sempre stato importante per un e-commerce.

Ed è diventato ancora più essenziale durante una pandemia, quando molte persone hanno iniziato a navigare online per trovare i prodotti di cui hanno bisogno piuttosto che andare in un negozio fisico.

Con molti brand e aziende che competono per i primi posti nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, è diventato fondamentale assicurarsi di curare nei minimi dettagli la pagina prodotto del tuo e-commerce.

Una pagina di prodotto ottimizzata infatti non serve soltanto ad indirizzare più traffico, ma ti aiuta anche a migliorare il tuo tasso di conversione, trasformando semplici visitatori in clienti paganti.

Per battere la concorrenza e scalare la SERP, devi assicurarti che le pagine dei tuoi prodotti siano ottimizzate in ottica SEO.

Se hai già individuato una lista di parole chiave, è arrivato il momento di ottimizzare i titoli e le meta descrizioni di ogni pagina. In questo modo sarà più facile comparire nei primi risultati di ricerca, e aiuterai anche i visitatori a capire subito se quello che stai offrendo loro è davvero la soluzione che stanno cercando.

Facendo un buon lavoro con le meta descrizione, riuscirai anche a migliorare il CTR delle tue pagine, aumentando quindi il numero di visitatori e di potenziali clienti grazie ad un traffico maggiore e più qualitativo.

seo su WooCommeerce

Inoltre, anche se può essere scontato, è bene sottolineare che qualsiasi contenuto della tua pagina prodotto deve essere univoco e originale. Copiare contenuti di altri siti o riproporre gli stessi testi su pagine diverse non ti darà alcun vantaggio, anzi rischi soltanto di peggiorare i tuoi posizionamenti e di essere penalizzato.

Errori SEO da evitare

Quando si lavora in ambito SEO, bisogna seguire una strategia ben precisa, perché lavorare senza avere un piano può essere molto controproducente e rischi di darti la zappa sui piedi da solo.

Vediamo allora insieme quali sono gli errori SEO più comuni che devi assolutamente evitare se vuoi ottimizzare le pagine del tuo sito WooCommerce e scalare le posizioni dei risultati di ricerca.

Non usare le descrizioni prodotto dei fornitori

Questo è uno degli errori più comuni che viene commesso quando non si prende in considerazione l’ottimizzazione delle pagine dei prodotti.

Le descrizioni dei prodotti fornite dai produttori non rispettano alcun principio di copywriting e soprattutto non sono ottimizzate in ottica SEO.

Scrivere un copy professionista e pubblicare descrizioni migliori può aumentare di molto il tasso di conversione delle tue pagine prodotto e anche il posizionamento delle tue pagine sui motori di ricerca.

Inoltre ricorda che le stesse descrizioni probabilmente saranno utilizzate anche dai tuoi competitor, e quindi avere contenuti duplicati danneggerà tutti gli sforzi che stai facendo.

Eliminare pagine con sconti o prodotti esauriti

Un altro errore comune è quello di rimuovere una pagina al termine di un’offerta o di un periodo promozionale, oppure di nasconderla quando un prodotto si è esaurito.

Se hai una pagina prodotto che si è stabilizzata e riesce a portare traffico e vendite, non liberartene.

Può sembrare sensato rimuovere questo tipo di pagine quando i prodotti o le offerte non sono più disponibili, tuttavia, se lo fai, ti ritroverai ogni anno nella stessa situazione.

Quando i tuoi prodotti torneranno disponibili dovrai di nuovo cercare di riconquistare la classifica e superare i tuoi competitor partendo da zero.

L’importante è costruire una strategia che porti i visitatori di quelle pagine ad iscriversi ad una newsletter o ad acquistare altri prodotti. In questo modo riuscirai lo stesso a sfruttare il traffico generato anche se la tua offerta è scaduta o il prodotto che hanno cercato all’inizio non è più disponibile.

Non sfruttare i dati strutturati

I dati strutturati sono fondamentali per accedere alle potenzialità offerte dai Rich Snippet e per far in modo che le tue pagine siano recepite in maniera chiara e precisa dai motori di ricerca.

Alcuni esempi di dati strutturati possono essere le recensioni e i dati di prodotto. Questi migliorano la visibilità del tuo sito sulla SERP e ti permettono di ottenere più traffico e vendite.

Aggiungendoli alle tue pagine avrai la possibilità di avere elementi visivi aggiuntivi che permettono di mettere il tuo risultato in risalto rispetto le pagine degli altri competitor.

Questi snippet rendono i tuoi link più interessanti rispetto a quelli tradizionali, e ti danno quindi la possibilità di migliorare il Click Through Rate delle tue pagine e dei tuoi prodotti.

Non ottimizzare l’e-commerce da Mobile

Oggi la percentuale di utenti che effettua acquisti da dispositivi Mobile ha superato il numero di utenti che acquista da Computer, tuttavia capita spesso che le agenzie diano la priorità alla versione desktop piuttosto che a quella mobile di un e-commerce.

Questo è un errore molto grave perché la mancanza di una pagina del prodotto ottimizzata per i dispositivi mobili può indurre gli utenti a non considerare nemmeno l’acquisto dei prodotti dal tuo sito.

A partire dal 2021, Google infatti darà priorità solo ai siti mobile. Quindi una scarsa esperienza mobile trascinerà verso il basso le posizioni delle tue pagine.

Conclusioni

Fare SEO su uno store WooCommerce è una strategia molto efficace che ti permetterà di conquistare le prime posizioni dei motori di ricerca e superare la concorrenza.

Ma come si fa ad ottimizzare un e-commerce?

Come abbiamo visto, vanno presi in considerazione diversi aspetti:

  • la strategia di Marketing;
  • la preparazione di contenuti ottimizzati;
  • l’ottimizzazione di alcuni aspetti tecnici.

Se non sai dove iniziare, chiedere aiuto a dei professionisti è la soluzione ideale, e noi di Consulenza E-commerce possiamo aiutarti.

Se vuoi saperne di più e approfondire le strategie di SEO per il tuo e-commerce puoi richiedere una consulenza con uno dei nostri esperti e insieme potrete trovare la soluzione migliore al tuo caso specifico.

I nostri esperti possono aiutarti dalla A alla Z. Se hai uno store e vuoi conquistare le prime posizioni di Google, allora devi assolutamente lavorare sull’ottimizzazione SEO.

Contattaci subito scrivendo cosa vuoi realizzare e come possiamo aiutarti, noi ti risponderemo al più presto!


Consulenza E-Commerce è un’agenzia di Milano specializzata nella creazione, ottimizzazione e crescita di siti e-commerce. Un team di oltre 50 persone verticali sul commercio elettronico segue i progetti in tutte le loro fasi, dall’idea alla realizzazione.
Scrivici per informazioni

Articoli correlati