35 consigli per ottimizzare il tuo sito e-commerce

9 Giugno 2021 20 minuti
Consigli per ottimizzare un sito e-commerce

La maggior parte di imprenditori e di proprietari di e-commerce crede che basta realizzare un sito web, aggiungere i prodotti al catalogo e creare qualche campagna pubblicitaria per iniziare vendere online, ma non c’è nulla di più sbagliato.

Ottimizzare un sito e-commerce è un processo continuo, che richiede tempo e risorse per recuperare l’investimento iniziale e aumentare il tasso di conversione di uno store.

La verità è che se non ottimizzi il tuo e-commerce, rinunci a nuovi clienti, nuovi acquisti e più fatturato perché il tuo sito non funziona come dovrebbe.

E questo può rappresentare un problema per qualsiasi piccola o media impresa.

Nell’ambito della produttività, il tema di come aumentare le conversioni di un e-commerce è infatti di fondamentale importanza. E questo semplicemente per il fatto che ottimizzare un e-commerce realizzato male ti permette di essere più efficace, avendo un tasso di conversione più elevato che ti consente di aumentare i profitti a parità di investimenti, spese e costi.

Il punto è che spesso gli imprenditori non hanno la minima idea di come ottimizzare un e-commerce per migliorare le performance e aumentare i clienti e le vendite.

Per questo, analizzare i dati e correggere le impostazioni del tuo sito può risultare particolarmente difficile, specialmente se non sai da dove iniziare.

In questo articolo troverai 35 consigli che puoi applicare per ottimizzare il tuo sito e-commerce, ma prima di entrare nel dettaglio andiamo a vedere insieme quali sono le aree su cui puoi lavorare per avere più risultati e ottenere il massimo dal tuo store.

Ottimizzare la User Experience

Consigli per ottimizzare un sito e-commerce

Quando pensiamo al design e alla User Experience del tuo sito e-commerce, uno degli aspetti più importanti è la velocità di caricamento delle pagine.

Un sito che si carica lentamente ti farà perdere tantissime vendite, è un dato di fatto. Diversi studi infatti rivelano che per attirare l’interesse delle persone bastano solo due secondi; altrimenti perderai il 10% dei tuoi visitatori per ogni secondo di ritardo nel caricamento delle tue pagine.

Quindi per fare un esempio, significa che ci vogliono solo 7 secondi perché metà dei tuoi visitatori scompaia. Non c’è da meravigliarsi se pensi che Google sta provando a realizzare caricamenti della pagina con tempi inferiori ad 1 secondo.

La navigazione è un altro problema chiave per la User Experience dei tuoi visitatori. In un e-commerce, rendere chiara la navigazione tra i prodotti e avere un’esperienza semplice e intuitiva dalla homepage al checkout è fondamentale.

Se i tuoi clienti non riescono a trovare un prodotto, non potranno mai acquistarlo.

Quando pianifichi l’esperienza di acquisto del tuo store, prova a metterti nei panni dei tuoi utenti. Ad esempio, se i tuoi clienti sanno già cosa vogliono, semplifica il processo di acquisto e fai in modo che si possa acquistare rapidamente. Al contrario, se qualcuno ha bisogno di suggerimenti, aggiungi delle funzioni di ricerca o dei filtri per cercare più rapidamente tra i tuoi prodotti.

Ottimizzare il funnel

Un funnel è sicuramente un’ottima tattica per costruire un sistema di acquisizione clienti efficace e strutturato per un e-commerce.

A differenza delle normali attività di marketing, un funnel è un sistema formato da più passaggi, in cui si intercettano utenti in fasi diverse del processo di acquisto.

E ottimizzare un funnel è fondamentale per ottenere maggiori risultati da ogni categoria di visitatori: dagli utenti inconsapevoli di avere un problema, a quelli già pronti ad effettuare l’acquisto.

Un funnel quindi è molto utile per un e-commerce perché serve a schematizzare il processo di acquisto dei tuoi clienti e ad individuare tutte le fasi che lo compongono.

L’obiettivo per un e-commerce infatti è quello di aumentare il più possibile il tasso di conversione, cioè la percentuale degli utenti che una volta entrati in contatto con l’attività decidono di acquistare il prodotto o servizio.

E ottimizzare il funnel di vendita può aiutarti proprio ad ottenere maggiori risultati. Conoscere le diverse fasi dell’esperienza di acquisto dei tuoi clienti serve proprio ad individuare quali sono i momenti in cui gli utenti abbandonano il tuo funnel. In questo modo potrai ridurre il numero di abbandoni e aumentare la percentuale degli utenti che arriva fino in fondo, e quindi che acquista da te.

Ottimizzare la SEO

Anche su un sito e-commerce è importante lavorare per ottimizzare la SEO e migliorare il posizionamento delle pagine nei risultati dei motori di ricerca.

La SEO per un e-commerce è molto importante se vuoi scalare le classifiche dei motori di ricerca con le tue schede prodotto o con gli articoli dei blog che promuovono i tuoi articoli.

Se il tuo sito non è ottimizzato per la SEO, allora stai rinunciando ad un buon numero di vendite e di clienti che non acquistano da te ma si rivolgono alla concorrenza.

Se vuoi migliorare il posizionamento organico delle tue pagine e aumentare le performance delle tue attività di marketing, allora devi pensare ad una strategia SEO che possa aiutarti ad acquisire nuovi clienti e vendere di più.

Ci sono alcune attività che possono aumentare il tasso di conversione di un e-commerce, e la SEO è una di queste perché migliorando il posizionamento dei tuoi contenuti avrai la possibilità di portare più traffico al tuo sito web, superare le posizioni in classifica dei tuoi concorrenti e aumentare la visibilità dei tuoi prodotti.

La SEO è un’attività che non va assolutamente trascurata, e si integra perfettamente in tutte le altre attività di advertising che stai già utilizzando per far crescere e per sponsorizzare il tuo e-commerce.

35 consigli per ottimizzare il tuo sito e-commerce

Arrivati a questo punto e dopo aver analizzato le tre aree principali da prendere in considerazione per ottimizzare un e-commerce, è arrivato il momento di scoprire quali sono 35 consigli che possono aumentare il tasso di conversione e aiutarti ad acquisire nuovi clienti, aumentare il traffico al tuo sito e vendere di più.

Semplifica la tua homepage

La soglia di attenzione degli utenti è sempre più bassa, e hai soltanto un paio di secondi per fare una buona impressione.

Nella maggior parte dei casi, la home page è la pagina con il volume maggiore di traffico, per questo è importante renderla semplice, chiara e pulita. E se possibile, aggiungi anche una call to action per promuovere un’offerta particolare, catturare le email dei visitatori o qualsiasi altra idea ti venga in mente.

Usa immagini di alta qualità

Consigli per ottimizzare un sito e-commerce

Le immagini catturano l’attenzione visiva degli utenti, per questo è importante utilizzare immagini di alta qualità ed essere professionali agli occhi dei visitatori, soprattutto se non hanno ancora acquistato da te e non conoscono ancora il tuo brand.

Scatta immagini professionali con attrezzatura adeguata, o fatti aiutare da un fotografo professionista, ma tieni bene a mente che un’immagine amatoriale può ridurre drasticamente il tuo tasso di conversione.

Offri la spedizione gratuita

La spedizione gratuita è uno degli incentivi più ricercati da chi acquista online. Infatti uno degli ostacoli che porta all’abbandono del carrello e ad una mancata vendita è proprio la presenza del sovrapprezzo da pagare per la spedizione, che spesso viene rivelato soltanto al momento del checkout.

Se ancora non lo fai, offrire la spedizione gratuita può aiutarti ad aumentare il tasso di conversione e a ridurre il numero di ordini interrotti.

Controlla il tuo processo di checkout

Consigli per ottimizzare un sito e-commerce

Il processo di checkout che porta i tuoi utenti all’acquisto di un prodotto dopo averli visionati e aggiunti al carrello spesso nasconde diverse insidie che possono ridurre drasticamente il tasso di conversione di un e-commerce.

Per questo è importante controllare ogni step e verificare se ci sono dei touchpoints che interrompono il processo di acquisto e spingono i potenziali clienti ad abbandonare il tuo sito.

Analizzando e trovando questi ostacoli potrai ottimizzare il tuo funnel di acquisto e aumentare il numero di vendite realizzate dal tuo sito e-commerce.

Offri diversi metodi di pagamento

Aggiungere diversi metodi di pagamento può aiutare le persone a scegliere il sistema che preferiscono per eseguire la transazione. Soprattutto in Italia, una delle opzioni preferite dai consumatori è il contrassegno. Il contrassegno permette a chi è diffidente di pagare soltanto al momento della ricezione del prodotto, sentendosi più sicuro e tutelato da eventuali frodi.

Anche PayPal è un metodo di pagamento molto comune tra i consumatori italiani quasi per lo stesso motivo.

Se hai la possibilità quindi devi assolutamente offrire anche il contrassegno e il pagamento con PayPal oltre alla classica carta di credito.

Recupera i carrelli abbandonati

Consigli per ottimizzare un sito e-commerce

Una delle opportunità più grandi per ottimizzare le prestazioni di un sito e-commerce è quella di recuperare i carrelli abbandonati. Spesso i visitatori aggiungono prodotti al carrello, o iniziano addirittura il processo di checkout, ma poi per un motivo o per un altro non portano a termine l’acquisto.

Magari navigano il tuo store dall’ufficio, oppure non hanno con sé la carta di credito, o semplicemente decidono di rimandare l’acquisto a più tardi. Ci sono tantissimi motivi che portano ad avere carrelli abbandonati, e devi assolutamente fare di tutto per riuscire a recuperarli e ricordare ai tuoi visitatori che non hanno ancora portato a termine l’acquisto.

SEO per immagini

Una strategia SEO per le immagini può aumentare il traffico diretto al tuo sito e-commerce. Le immagini ottimizzate migliorano il posizionamento organico dei tuoi prodotti nei risultati di ricerca e si posizionano più in alto.

Anche i motori di ricerca vanno alla ricerca di informazioni, per questo è fondamentale utilizzare il testo alternativo e descrivere il contenuto delle foto.

Oltre al testo alternativo, devi anche scegliere un nome per ogni immagine che pubblichi che sia attinente con le parole chiave dei tuoi prodotti. Inoltre se vuoi che i crawler dei motori di ricerca trovino con più facilità le immagini per indicizzarle rapidamente, puoi aggiungerle alla mappa del tuo sito, soprattutto se pubblichi foto originali.

Velocità del sito

La velocità del sito influenza notevolmente il tasso di abbandono degli utenti. Per ogni secondo in più che la pagina del tuo sito e-commerce impiega a caricare, la percentuale di utenti che abbandonano la navigazione sale del 50%.

Quindi, bastano poco più di sette secondi per perdere tutti i tuoi visitatori. Inoltre, un sito lento non piace neanche a Google, che penalizzerà il tuo posizionamento se le pagine impiegano troppo tempo per caricarsi.

Aggiungi una live chat

Ai clienti piace la possibilità di poter parlare in tempo reale con una persona vera e poter fare loro delle loro domande. E infatti, la possibilità di poter fare delle domande prima di effettuare un acquisto può determinare un aumento fino al 38% delle conversioni in un e-commerce.

Con una live chat hai la possibilità di risolvere le obiezioni dei tuoi clienti e portare all’acquisto tutte le persone che hanno dubbi o hanno bisogno di assistenza prima di confermare l’ordine.  Un’alternativa alla live chat può essere il numero di telefono per poter parlare comodamente su Whatsapp.

Aggiorna le descrizioni prodotto

Aggiornare le descrizioni delle schede prodotto può aiutare le tue pagine a salire di posizione e scalare i risultati della SERP. Cerca sempre di utilizzare un copy persuasivo, e non dimenticare di utilizzare le parole chiave correlate al prodotto all’interno delle schede prodotto.

Utilizza la scheda prodotto per descrivere i benefici, le qualità e le caratteristiche del prodotto che stai vendendo. In questo modo aiuterai i potenziali clienti con dettagli più specifici sulle caratteristiche e sui problemi che vengono risolti.

Pubblica le recensioni dei tuoi prodotti

Consigli per ottimizzare un sito e-commerce

La maggior parte degli utenti legge le recensioni di un prodotto prima di effettuare un acquisto online. Allora perché non provare a fornire le recensioni direttamente nella pagina prodotto?

Questa è una strategia applicata anche da Amazon, che all’interno della pagina prodotto ha una sezione intera dedicata esclusivamente alle recensioni. In questo modo, quando un utente naviga tra i prodotti, potrà leggere l’opinione di chi ha già acquistato e verificare se il prodotto mantiene le promesse fatte dal brand e dall’e-commerce.

SEO per i motori di ricerca

Fare SEO per i motori di ricerca ti aiuterà a scalare le posizioni della SERP e ti aiuterà a far mostrare il tuo prodotto a tutte quelle persone che sono altamente interessate e sono più propense all’acquisto.

Sfruttare la SEO per vendere di più è una delle strategie più importanti per un e-commerce, ed è fondamentale se vuoi avere successo con il tuo negozio online nel 2021.

Migliora la SEO on-page

La SEO on-page fa riferimento a tutte le attività di ottimizzazione di un sito, o in questo caso di un e-commerce, che possono essere effettuate direttamente all’interno del sito stesso.

Parliamo ad esempio di elementi come il Tag Title, e quindi il titolo di una pagina web, o anche del Meta Tag. Sono comunque elementi che aiutano i motori di ricerca ad indicizzare i tuoi contenuti e a scalare le posizioni della SERP. 

Migliora la SEO off-page

La SEO off-page invece riguarda l’ottimizzazione del ranking del dominio di un sito o un e-commerce grazie ad attività esterne come il numero e la qualità dei backlink, attività di link building o anche di Digital PR.

Per aumentare l’autorità del dominio del tuo e-commerce ci sono alcune attività che puoi realizzare come la creazione di contenuti di qualità che possono diventare virali ed essere condivisi dai tuoi utenti e clienti sui social media, o la scrittura di guest post su altri siti web o portali tematici in linea con i tuoi prodotti che offri.

Aggiorna le meta description

La meta description è una breve descrizione della pagina che viene visualizzata sui motori di ricerca insieme all’headline della pagina spesso, ed è un elemento importante perché può influire sul tasso di click ricevuti da ogni contenuto.

Aggiornare le meta description è utile per evitare che contenuti vecchi o obsoleti possano portare i visitatori a preferire altri link piuttosto che il tuo. Quindi se non vuoi rinunciare a delle visite che possono trasformarsi poi in vendite e in nuovi clienti, devi assolutamente aggiornare le meta description che ritieni siano vecchie e non più idonee.

Elimina contenuti duplicati

Consigli per ottimizzare un sito e-commerce

I contenuti duplicati non sono visti di buon occhio da Google, e rimuoverli può aiutarti a migliorare il posizionamento delle tue pagine ad ogni nuova ricerca.

Quindi fai una bella analisi delle pagine del tuo e-commerce e dei prodotti presenti in catalogo, e se trovi elementi o contenuti duplicati elimina subito una copia. In questo modo le tue pagine si indicizzeranno meglio e potrai ottimizzare i tuoi contenuti per avere una posizione più alta in classifica nei motori di ricerca.

Usa l’HTTPS

I siti e-commerce devono assolutamente utilizzare i certificati SSL e utilizzare il protocollo HTTPS perché presentano dati sensibili come password e carte di credito di tutti gli utenti registrati.

Preservare la sicurezza dei tuoi clienti è fondamentale, e il protocollo HTTPS ti aiuta a mantenere i loro dati al sicuro. Ovviamente la presenza del certificato SSL e del protocollo HTTPS aiutano anche i clienti a fidarsi di te e ad acquistare in totale sicurezza, evitando frodi, furti di identità e molto altro.

Controlla le tue URL

Se vuoi ottimizzare il tuo sito e-commerce devi controllare che le URL siano attive e funzionanti, e soprattutto che siano costruite seguendo una struttura ben precisa.

Le URL possono aiutarti anche a migliorare il posizionamento dei tuoi contenuti, per questo dovresti evitare di utilizzare codici o numeri strani, che non fanno capire cosa si troverà all’interno della pagina.

Per questo motivo cerca sempre di inserire il nome del prodotto o la categoria all’interno delle URL del tuo e-commerce.

Assicurati anche di reindirizzare tutte quelle URL non funzionanti e di trovare ed eliminare tutti i link interrotti.

Crea una sitemap

Una Sitemap è un file in cui dai a Google tutte le informazioni sulle pagine ed i contenuti presenti sul tuo e-commerce. La sitemap è molto utile perché viene letta dai motori di ricerca per trovare ed analizzare tutti i contenuti presenti sul tuo sito.

Se hai già una sitemap, assicurati di aggiornarla con i nuovi contenuti che hai pubblicato, ma se invece non ne hai una devi assolutamente correre ai ripari e crearla al più presto.

In questo modo aiuterai Google e tutti i motori di ricerca a trovare i tuoi contenuti e ad indicizzare le tue pagine in maniera rapida ed efficace.

Sfrutta le long tail keywords

Consigli per ottimizzare un sito e-commerce

Le long tail keywords, o parole chiave a coda lunga, sono fondamentali per un sito e-commerce perché possono aiutarti ad ottimizzare le pagine e ad intercettare gli utenti nella fase più avanzata della loro ricerca del prodotto o servizio.

Possono quindi corrispondere ad un intento di ricerca ben preciso, e aiuteranno gli utenti ad effettuare un acquisto perché darai loro la risposta corretta alla loro domanda nel modo più preciso possibile.

Le long tail keywords possono essere utilizzate all’interno degli articoli del blog, ma anche nelle descrizioni prodotto, nei titoli dei tuoi prodotti e negli annunci a pagamento.

Aggiungi le call to action

Le call to action aiutano i visitatori a compiere azioni, dalle più leggere come l’iscrizione alla newsletter fino all’aggiunta di un prodotto al carrello e all’acquisto vero e proprio.

Analizza il tuo funnel di vendita e assicurati che le call to action siano presenti e posizionate in punti nevralgici del tuo sito e-commerce, perché aiuteranno i tuoi visitatori ad avanzare nel processo di vendita fino ad arrivare ad effettuare l’acquisto.

Puoi utilizzare le call to action ovunque, dalla tua homepage fino agli articoli del blog, l’importante è ricordarsi di pubblicarle sempre e in ogni pagina possibile.

Sfrutta i principi di urgenza e scarsità

I principi di urgenza e di scarsità sono due leve che possono essere utilizzate per spingere i visitatori ad effettuare l’acquisto senza abbandonare la pagina o rimandare a più tardi o in altri momenti.

Sono due principi utilizzati anche da colossi come Booking ed Amazon, e agiscono molto sulla parte emotiva di una persona perché combattono la paura di perdere qualcosa. Se hai dei prodotti che stanno per esaurirsi o hai delle scorte limitate, comunicalo in ogni occasione e in ogni contenuto per fare in modo che le persone non perdano altro tempo e si affrettino ad acquistare i prodotti che stanno per terminare.

Aggiungi i rich snippet

I rich snippet sono elementi aggiuntivi che vengono visualizzati sui motori di ricerca insieme al titolo e alla meta description di una pagina. Aiutano gli utenti a saperne di più su un determinato prodotto o servizio, e soprattutto aumentano il CTR degli annunci perché vengono visti come elementi diversi dal resto degli altri risultati di ricerca.

Se hai delle pagine o dei prodotti che si prestano all’aggiunta dei rich snippet, devi assolutamente modificarle e fare in modo che i risultati nei motori di ricerca siano il più completi possibile.

Aggiungi cross-sell e up-sell

Per un sito e-commerce proporre delle offerte di cross-sell e di up-sell può far aumentare di molto il fatturato generato mensilmente grazie ad un aumento del valore medio di ogni scontrino.

Puoi presentare offerte di cross-sell e di up-sell in diversi momenti, dall’aggiunta di un prodotto al carrello fino al check out. In questo modo potrai presentare ai tuoi clienti la possibilità di acquistare una versione migliore del prodotto che hanno scelto inizialmente, oppure puoi consigliare loro prodotti complementari per effettuare un acquisto completo.

Scegli un tema responsive e mobile friendly

Un tema responsive e mobile friendly aiuta i visitatori ad avere un’esperienza di navigazione fluida e senza interruzioni. Oggi la maggior parte del traffico internet arriva da dispositivi mobile, quindi assicurati di avere un tema che sia ottimizzato per le visualizzazioni da smartphone e tablet altrimenti rischi di perdere una grossa fetta di clienti e di vendite.

Avere un tema mobile friendly è fondamentale, analizza il design del tuo sito attuale e assicurati che tutto sia ottimizzato correttamente per una navigazione veloce, fluida e scorrevole.

Comunica le politiche di reso

Oggi i resi sono diventati sempre più frequenti, e spesso rappresentano anche uno dei motivi che spingono le persone a preferire un e-commerce piuttosto di un altro. Se offri la possibilità di restituire i tuoi prodotti in cambio di un rimborso o di un’alternativa, comunicalo sempre e non dimenticarlo mai.

Avere la possibilità di restituire un prodotto aiuta le persone a fidarsi di un e-commerce e a compiere un acquisto perché sanno che se qualcosa non va nel verso giusto hanno la possibilità di richiedere un rimborso e di non perdere nulla.

Raccogli le email dei visitatori

Le email dei visitatori sono fondamentali perché ti aiutano a restare in contatto con loro. Le persone che acquistano la prima volta che atterrano su una pagina prodotto o che visitano un e-commerce sono davvero poche.

Tuttavia con la loro email potrai continuare ad inviare i tuoi contenuti come offerte speciali, promozioni di inizio o fine serie e tanto altro per convincerle ad acquistare da te.

Puoi raccogliere le email dei tuoi visitatori offrendo loro un coupon del 5-10%, la spedizione gratuita sul primo ordine, o qualsiasi altro incentivo ti venga in mente. L’importante è assicurarsi un contatto per continuare a comunicare con loro e a farsi sentire anche se non hanno ancora acquistato da te.

Aggiungi un blog

Un blog aiuta le persone che sono nella fase di ricerca di informazioni a capire di più sul tuo prodotto o servizio. Ma soprattutto ti aiuta perché hai la possibilità di rispondere a tutte le obiezioni che ti vengono fatte in trattativa o in chat e non dovrai più continuare a ripetere sempre le stesse cose.

Inoltre le persone che visitano un e-commerce dopo aver letto uno o più articoli di un blog sono più propense ad acquistare perché hanno già avuto un primo contatto con te o con il tuo brand e sanno già cosa aspettarsi.

Aggiungi una pagina per le domande frequenti

Anche la pagina per le domande frequenti può aiutarti a rispondere ai dubbi e alle obiezioni dei tuoi clienti, e puoi fare in modo che le persone che gestiscono l’assistenza clienti debbano preoccuparsi soltanto di problemi legati ad ordini, spedizioni e così via.

Le domande frequenti lavorano al posto tuo perché danno ai potenziali clienti le risposte che si aspettano, e li aiutano ad avanzare nel processo di acquisto risolvendo le obiezioni in automatico, anche senza dover parlare con uno dei tuoi collaboratori.

Riduci i campi richiesti nel form di checkout

Ottimizzare il checkout è fondamentale se vuoi aumentare la percentuale di vendite, e spesso uno degli ostacoli incontrati dai potenziali clienti è il numero di campi richiesti al momento dell’ordine.

Richiedere troppe informazioni può spingere una persona a rinunciare all’acquisto, perciò cerca sempre di ridurre al minimo i campi richiesti e di accelerare il più possibile il processo di checkout.

Se hai bisogno di altri dati puoi sempre richiederli in un secondo momento, ma quando si sta per effettuare un acquisto cerca sempre di chiedere soltanto le informazioni indispensabili.

Come ottimizzare un sito e-commerce con il nostro aiuto?

Ottimizzare un sito e-commerce non è facile, e come hai visto ci sono tantissimi consigli che puoi mettere in pratica. Quelli che abbiamo visto oggi sono soltanto una parte delle tante ottimizzazioni possibili per migliorare le prestazioni di un e-commerce e aiutarlo a vendere di più e ad acquisire nuovi clienti.

Ma come si fa ad ottimizzare un e-commerce? Come abbiamo visto, vanno presi in considerazione diversi aspetti:

  • ottimizzare la User Experience;
  • ottimizzare il funnel di vendita;
  • ottimizzare la SEO.

Se non sai dove iniziare, chiedere aiuto a dei professionisti è la soluzione ideale, e noi di Consulenza E-commerce possiamo aiutarti.

Se vuoi saperne di più e approfondire le strategie per ottimizzare il tuo e-commerce puoi richiedere una consulenza con uno dei nostri esperti e insieme potrete trovare la soluzione migliore più adatta al tuo caso specifico.

I nostri esperti possono aiutarti dalla A alla Z. Se hai uno store e vuoi conquistare le prime posizioni di Google, allora devi assolutamente lavorare sull’ottimizzazione del tuo e-commerce.

Contattaci subito scrivendo cosa vuoi realizzare e come possiamo aiutarti, noi ti risponderemo al più presto!


Consulenza E-Commerce è un’agenzia di Milano specializzata nella creazione, ottimizzazione e crescita di siti e-commerce. Un team di oltre 50 persone verticali sul commercio elettronico segue i progetti in tutte le loro fasi, dall’idea alla realizzazione.
Scrivici per informazioni

Articoli correlati